Istituto Francese di Shiatsu
Institut Français de Shiatsu
106 rue Monge 75005 Paris
Tél. : 01 45 87 83 17
Fax : 01 45 87 65 96

@contattare noi
e di Psicologia Corporea Applicata
Fondato e diretto by Michel Odoul  
     

 

 

 

 


Codice di deontologia del Istituto Francese di Shiatsu

L’ottenimento di un certificato richiede dalla parte del ricevente un’adesione senza riserve al codice di deontologia conforme allo spirito Shiatsu come alla lettera degli statuti e del regolamento interno del IFS, cosi’ come alle leggi e ai regolamenti in vigore, europei e francesi:


Di conseguenza il ricevente si impegna sull’onore:

1. a esercitare la sua arte nel rispetto totale dell’integrità fisica e morale della persona trattata.

2. a rispettare una grande confidenzialità.

3. - a fissare degli onorari in accordo con l’equità stabilendoli in funzione delle prestazioni offerte, pur restando libero di offrire trattamenti gratuiti, se necessario, o nel quadro del volontariato.

4. a garantire sempre una prestazione ottimale, mantenendo come noto le sue competenze ad un livello superiore grazie ai corsi, stage, formazioni complementari.

5. a svolgere le sue attività di Shiatsu escludendo ogni forma di proselitismo religioso, politico o “da setta” il che costituirebbe motivo di radiazione.

Inoltre, il ricevente deve ben tenere presente che lo Shiatsu non è una pratica medica nel senso occidentale del termine. Di conseguenza deve :

1. - astenersi dal fare in alcun caso diagnosi mediche.

2. - non interrompere né modificare un trattamento o cura.

3. - non prescrivere o consigliare medicine.

4. - indirizzare senza alcun indugio ad un medico quanti si lamentino o presentino sintomi anormali.

5. - avere una concezione multidisciplinare della sua pratica aperta alle discipline mediche e paramediche.

6. - non dimenticare che lo Shiatsu non è né una medicina né un massaggio né un’ideologia, ma un’arte che appartiene innanzitutto al campo della prevenzione.

La non osservanza da parte del detentore di un Certificato dall’IFS, degli impegni e principi sopra elencati comporterà la radiazione immediata dall’IFS, non appena l’ufficio esecutivo ne verrà a conoscenza. Si ricorrerà inoltre alle vie legali qualora gli interessi morali o materiali dell’IFS ne risultassero compromessi .

 

Le direttive etiche dell’operatore certificato dall’Istituto Francese di Shiatsu


Al di là dei principi affermati nel codice l’Istituto Francese di Shiatsu, le direttive etiche che seguono devono essere rispettate nel quadro della pratica dello Shiatsu, cosi’ come la tradizione l’ha trasmesso.

1. - l’operatore Shiatsu non ha in alcun caso ruolo di giudice, né il potere di porre nozioni di bene e di male.

2. - non deve mai considerare che lo Shiatsu sia in grado di risolvere ogni cosa :

In ogni situazione, nella sua pratica, egli deve

  • Rispettare l’altro nelle sue pratiche.
  • Rispettare l’altro nelle sue scelte e nei suoi riflessi di protezione.
  • Proporre se necessario degli orientamenti complementari ( medico, dietologo, riposo ecc.)
  • Non sentirsi un missionario e lasciare all’altro il suo proprio credo.
  • Mantenere uno spirito chiaro e netto nella sua pratica (né medico, né prete, né Guru).
  • Non avallare né ratificare comportamenti senza misura e sbagliati (deliri emozionali, sostanze proibite, esoterismo, azione a distanza ecc.)
  • Non rispondere a domande perverse (presa a carico, sottomissione, idolatria, sessualità ecc.)
  • Essere il più possibile trasparente di fronte alle “proiezioni” eventuali dell’altro (rinvio di responsabilità, onnipotenza, attesa di miracoli ecc.).
  • Non trascurare mai di fare con regolarità un proprio bilancio interno, sia che riguardi se stesso o la propria pratica.